2 consigli per superare il blocco dello scrittore

2 consigli per superare il blocco dello scrittore

Hai presente quell’odiosissima sensazione di ritrovarsi di fronte ad una pagina bianca? Il cursore lampeggia insistentemente sul tuo schermo invitandoti a comporre qualche parola. Tu ci provi, scrivi una parola e poi la cancelli. Decidi che non puoi arrenderti…quella pagina bianca dovrà riempirsi di parole scritte una dopo l’altra. Il tempo scorre è passata più di mezz’ora e non hai scritto una sola parola. Ecco…ci sono passato anch’io. Col tempo però, ho sviluppato una serie di stratagemmi che mi consento di uscire dal circolo vizioso della pagina bianca. 

Nell’articolo di oggi, voglio parlarti di due semplici strategie, che mi hanno consentito più e più volte di non bloccarmi di fronte al foglio bianco. Due consigli semplici da applicare anche subito. Detto questo non ti resta altro che continuare a leggere quest’articolo per scoprire il resto.

 

1. Dividi il testo in piccole parti

Il primo consiglio che posso darti è quello di dividere il testo in piccole parti. In questo modo, non dovrai occuparti di scrivere tutto l’articolo in una volta ma potrai concentrarti su ogni singola parte in modo specifico.

Naturalmente prima di metterti a scrivere un nuovo articolo, ti consiglio di raggruppare tutto il materiale di cui hai bisogno.

Ma non solo…Per velocizzare il processo di scrittura, potresti definire la scaletta dei contenuti attraverso una mappa concettuale. Sono uno strumento potentissimo e da quando le ho scoperte, non riesco più a farne a meno: mi aiutano a sintetizzare e mettere in relazioni grandi quantità di informazioni. Le uso quotidianamente per gli articoli di storie in digitale, e ti assicuro che non potrei farne a meno.

Se stai cercando un buon software per la creazione di mappe concettuali, ti consiglio: carta e penna. Ok, sto barando. Potrei consigliarti decine di programmi utili, ma ti assicuro che utilizzare carta e penna è il miglior metodo in assoluto. Sulla carta hai la massima libertà di espressione e sopratutto non devi stare dietro alle ristrettezze di un software.

scrivi come se dovessi parla ad un amico. Vuoi superare il blocco della pagina bianca e la paura di scrivere a qualcuno? Ecco, questa è la soluzione che fa per te

2. Immagina di parlare a un amico fidato

Il secondo consiglio che posso darti è quello di immaginare di stare scrivendo ad un amico. Molto spesso tendiamo a non scrivere in modo libero, perché abbiamo paura di quello che gli altri possano pensare. Si tratta di una paura infondata. Partiamo da un assunto: non puoi piacere a tutti. Se scrivi con l’intento di piacere a tutti probabilmente finirai per non piacere a nessuno. Sul web esistono migliaia di persone e di sicuro ce ne sarà qualcuna che la pensa in modo diverso da te. La paura del giudizio degli altri, cambia il nostro modo di scrivere e molto spesso, finisce col peggiorarlo.

Immaginare di stare scrivendo ad un amico, ci consente di essere molto più liberi e questo consentirà al nostro testo di entrare in empatia con il lettore. Se stai parlando ad un amico sicuramente avrai un tono colloquiale e amichevole: quello che servirebbe a qualsiasi blogger. In oltre, non avrai paura di esporre il tuo pensiero poiché un buon amico non potrebbe mai e poi mai giudicarti per quello. Cerca di immaginare il tuo amico utilizzando i dati del target per cui stai scrivendo…scrivi un blog dedicato alle mamme? Il tuo lettore, quindi il tuo amico, sarà una mamma con pensieri e comportamenti da mamma. Il tuo modo di scrivere andrà ad adattarsi al pubblico di riferimento. 

Per concludere

Io stesso ho applicato questi 2 consigli per settimane prima di proporteli. Mi hanno aiutato a superare il blocco dello scrittore dando un bel calcio in culo alla pagina bianca. Per quanto possano sembrare consigli banali, forse addirittura stupidi, ti assicuro che applicandoli ogni giorno riuscirai a scrivere tonnellate e tonnellate di articoli senza bloccarti e senza avere paura di quello che gli altri possono pensare di te.

Se poi non dovessero bastare, ti consiglio di mettere storie in digitale nel tuo feed reader, poiché potrebbero arrivare delle bellissime novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: