Era il settembre del 2012, quando una ragazza con addosso uno strano chimono giallo lancia una campagna su kickstarter. Il video promozionale della campagna è girato per strada. Amanda ha in mano una manciata di cartelli. Li lascia scorrere uno ad uno senza parlare. Racconta così la sua incredibile storia. Ha passato gli ultimi quattro anni della sua vita a scrivere canzoni insieme alla sua band. La loro etichetta ha deciso di abbandonarli e di questo ne sono quasi contenti. Ma produrre e promuovere un album ha un costo. Per questo motivo hanno deciso di chiedere aiuto alla gente. La campagna è un successo.

 

Uno anno dopo, quella stessa ragazza sale sul palco di TED a raccontare la sua storia. Torniamo indietro. Torniamo ai giorni in cui fare la statua vivente era il suo modo di guadagnarsi da vivere. Incrociare lo sguardo di uno sconosciuto: il suo modo di ringraziarlo. Una storia che nasce dalla strada e che ha offerto ad Amanda la possibilità di sperimentare l’incredibile valore delle relazioni umane.

Cos’è un blog?

La storia Amanda sembra essere lontana dal mondo del blogging. Ho ritrovato il suo TED talk quasi per caso. Non ho potuto fare a meno d’incrociare la storia di Amanda con la mia. Lei ha chiesto aiuto alle persone e lo ha fatto diverse volte. Io non l’ho mai fatto o almeno è questo ciò che pensavo. La mia riflessione parte dal basso, dalla vera natura del blog. Siamo abituati ad utilizzarlo (come lettori e come blogger) ma non ad interrogarci sull’essenza che contraddistingue questo strumento.

Il blog è una piattaforma online che al contrario di un sito web statico è in grado di evolversi e di farlo spesso. Ma la dinamicità intrinseca di questa piattaforma non è l’unica caratteristica rilevante. Facciamo un gioco un gioco:

  • prendi un pezzo di carta e scrivi tre blog che segui quotidianamente.

Fatto?

  • Adesso rispondi a questa domanda: perché li seguo?

L’unica risposta ovvia è che tutti e tre sono in grado di darti valore. Un blogger condivide informazioni, pensieri e risorse. Il nostro feed reader è pieno di tutti quei blog che sono stati in grado di catturare la nostra attenzione.

L’importanza di chiedere

blogger sono le persone più abituate a chiedere agli altri. Amanda ha imparato a farlo sulla strada, un blogger continua a farsi le ossa attraverso il web. Un blog senza lettori è un contenitore senz’anima. I blog vivono di commenti e discussioni. Scriviamo e produciamo contenuti di qualità e in cambio chiediamo il tempo dei nostri lettori.

E le call to action?

Quante volte hai chiesto la mail dei tuoi lettori per potergli recapitare contenuti extra? Lo facciamo quotidianamente.

Chiediamo tempo, informazioni personali, commenti e condivisioni. L’errore più grande è quello di chiedere male o pretendere qualcosa senza dare nulla in cambio. Io sono un piccino del blogging. Studio ancora all’università e collaboro con piccole agenzie. Da questa mia piccola esperienza ho imparato una cosa: bisogna chiedere. Oggi più che mai abbiamo bisogno di stringere relazioni e chiedere supporto agli altri.

L’importanza di collaborare

Blogger solitari sono destinati a restare nell’ombra. Se hai un blog hai bisogno di collaborare con altri blogger. Creare relazioni con blogger del tuo settore è un’opportunità unica. Hai la possibilità di scambiare pensieri e riflessioni con esperti del tuo settore. Puoi esporre il tuo punto di vista e ricevere un feedback quasi istantaneo.

 

Mi piace pensare che i valori del blogging siano proprio questi. Sarà per ingenuità, ma di una cosa sono sicuro: credo nelle persone. E tu invece, cosa ne pensi?